Algeria

SEZIONE 1 | BACKGROUND DATA

Anagrafica

    • Nome ufficialeRepubblica Algerina
    • Confini: Tunisia (est), Libia (est), Niger (Sud), Mali (sud), Mauritania (sud), Marocco (ovest), Sahara Occidentale (Ovest), Mar Mediterraneo (Nord).
    • Forma di governo: repubblica parlamentare
    • Religioni: musulmani sunniti (99,5%), altri musulmani (0,4%), altri (0,1%)
    • PIL172 278 milardi di $ (pro capite: 4318 $)

    Approfondisci

    • Superficie2.381.741 km²
    • Gruppi etnici: arabi (74%), berberi (26%)
    • Linguearabo e tamazight (lingua nazionale berbera), francese
    • Popolazione: 34.080.030
    • Tasso di migrazione netta: – 0,9/1.000
    • Tasso di natalità: 26 (nati/ 1.000 abitanti)
    • Urbanizzazione popolazione: 70,1 %
    • Città principali: Algeri (cap., 2.916.000 ab.), Wahran (609.940 ab.), Costantina ( 448.374 ab.)
    • Aspettativa di vita media: 77,1 anni
    • Principali partiti politici: Fronte di Liberazione Nazionale (FLN), Raggruppamento Nazionale Democratico (RND), Alleanza dell’Algeria Verde, Fronte delle Forze Socialiste.
    • Exports Partners: Spa: (18,8%), Fra (11,2%), USA (8,8%), Ita (8,7%), UK (7,1%), Bra (5,2%), Tun (4,9%), Ger (4,5%).
    • Imports Partners: Chi (15,6%), Fra (14,4%), Ita (9,4%), Spa (7,4%)

     

Il presidente della Repubblica, Abdelaziz Bouteflika

Istituzioni

L’Algeria è una repubblica presidenziale la cui attività legislativa è svolta da due camere: l’Assemblea Nazionale è eletta a suffragio diretto ed è composta da 462 deputati mentre il Senato è composto di 144 membri, di cui 96 eletti per un mandato di 6 anni e 48 di nomina presidenziale.

Approfondisci

Secondo la Costituzione del 1989, la quale negli anni ha subito diversi emendamenti, il Presidente della Repubblica Algerina è eletto per un mandato quinquennale e dispone di ampi poteri di governo. Egli presiede infatti il Consiglio dei Ministri, nomina le alte cariche della Repubblica ed è a capo del Consiglio di Sicurezza, organo responsabile della difesa nazionale e delle forze armate.

Il potere esecutivo è esercitato congiuntamente dal Presidente della Repubblica e dal Primo Ministro, quest’ultimo legato al parlamento dalla fiducia, la cui assenza determina le sue dimissioni.

Il potere giudiziario infine è basato sul diritto francese e quello islamico. Esso è principalmente esercitato da un Consiglio Costituzionale di 9 membri con un mandato di sei anni e da diverse Corti Supreme, tra le quali spiccano per importanza quella di Algeri, Costantina e Orano. Il territorio algerino è suddiviso in 48 dipartimenti (wilāyāt), ognuno dei quali presieduto da un governatore. Nel paese è prevista la pena di morte per alcuni reati ordinari e per atti di terrorismo.

L'impianto di Kechba

Economia

L’economia algerina storicamente trova il suo punto di forza negli idrocarburi, in particolare nei giacimenti di petrolio e gas, dai quali dipende circa il 30% del PIL nazionale. Dopo la Russia l’Algeria è il più grande fornitore di gas verso l’Europa ed il terzo esportatore di petrolio di tutto il continente africano.

Approfondisci

Ad oggi il settore agricolo impegna circa il 20% della manodopera algerina, mentre è il settore industriale a trainare l’economia, dando lavoro al 60% degli occupati: siderurgia, chimica pesante e settore tessile sono le attività più fiorenti.

Il 95% dell’export è costituito dalla produzione petrolifera e di gas, mentre restano  cospicue le importazioni nel settore alimentare. 

Una recente scoperta di enormi giacimenti di gas scisto nel bacino di Gadhames ha aperto nuove prospettive per l’economia algerina nei prossimi anni.

SEZIONE 2 | SCENARI

Il porto di Algeri all'inizio del secolo scorso

Passato

L’Algeria divenne colonia francese nel 1830, quando l’esercito di Carlo X di Francia sbarcò il 14 giugno a Sidi Ferruch e prese il controllo di Algeri il 5 luglio. I primi movimenti nazionalisti indipendentisti si registrano al termine della I Guerra Mondiale.

Approfondisci

Costituitosi il 10 ottobre del 1954, il Fronte di Liberazione Nazionale (FLN) si è posto a capo di una lunga e sanguinosa lotta per l’indipendenza durata ben otto anni e terminata solo il 3 luglio 1962 con l’indipendenza del paese dai coloni. Per anni il Paese è stato governato dal FLN con un sistema di tipo socialista a partito unico, terminato nel 1989 con la promulgazione di una nuova Costituzione che ne sanciva la fine. La vittoria del Fronte Islamico di Salvezza alle elezioni del 1991 fu resa nulla dall’intervento dei militari, che sciolsero il partito islamista arrestandone i dirigenti. Ha così inizio un lungo periodo di guerra civile tra le forze governative e i gruppi fondamentalisti, i cui scontri riuscirono a mietere tra il 1993 e il 2005 oltre 150.000 vittime. Con l’approvazione nel 2006 della “Carta per la pace e la riconciliazione nazionale” e la concessione di un’estesa amnistia per i terroristi ha fine la guerra civile.

Riyad Mahrez, calciatore del Leicester, attualmente l'algerino più popolare al mondo

Presente

La Repubblica di Algeria è stata coinvolta nell’ondata di proteste del mondo arabo avvenute tra il 2010 e il 2012 rinominate dai media hanno dato il nome di “primavere arabe”.

Approfondisci

Il vertiginoso tasso di disoccupazione, l’aumento dei prezzi dei beni alimentari di prima necessità e la corruzione delle istituzioni politiche furono alla base degli scontri di piazza che si sono susseguiti per più di due anni. In particolare le proteste si sono riversate sulla figura del Presidente in carica da 12 anni Abdelaziz Bouteflika, di cui migliaia di attivisti dei partiti d’opposizione e di sindacalisti chiesero le dimissioni. A seguito delle crescenti sommosse nelle piazze del paese Boutleflika ha revocato lo stato d’emergenza in vigore in Algeria da 19 anni, promettendo riforme per combattere la disoccupazione, in particolare quella giovanile e per la costruzione di migliaia di nuovi alloggi.

Un edificio nella provincia di Ain Oussara

Futuro

Il futuro economico del Paese è segnato dall’incertezza dovuta alla crisi petrolifera in corso, con le quotazioni dell’oro nero in caduta libera che hanno ridotto del 50% i ricavi dalla vendita di idrocarburi.

Approfondisci

Il nuovo programma del governo per il quinquennio 2015-2019 prevede un notevole aumento della spesa pubblica in settori quali quello turistico, agroalimentare ed energetico, con uno stanziamento previsto di 130 miliardi di dollari per il potenziamento delle infrastrutture del paese. È previsto inoltre un sostanziale potenziamento del settore energetico a seguito di un aumento significativo della domanda domestica di energia: a questo scopo durante tra il 2015 e il 2019 verrà costruita una rete di nuove centrali elettriche, a cominciare dalla centrale della provincia di Mostagem e quelle di JielAin OussaraNaama, Biskra e Khenchela.

Cerca
Corrispondenza esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei testi
Search in comments
Cerca nei riassunti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Search in groups
Search in users
Search in forums
Filter by Custom Post Type
Filtra per
Conflitto libico
Africa
Est Europa
Terrorismo
Diritti umani
Migrazioni
English
Rassegna Stampa
Medioriente
Iraq
Siria
Israele
Turchia
Arabia Saudita
Diritto
Energia
Sicurezza e difesa
Organizzazioni Internazionali
Unione Europea
ONU
NATO
Conflitti
Religione
Economia
Politica
Europa
Est
Ucraina
Afghanistan
Balcani
Cina
Russia
Ovest
Stati Uniti
Sud America
Sud
Egitto
Libia
Tunisia
Nord
{ "homeurl": "https://surrounded.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "hover", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "100", "showauthor": 1, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 3, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": "Forse cercavi:", "defaultImage": "http://surrounded.it/wp-content/plugins/ajax-search-pro/img/default.jpg", "highlight": 1, "highlightwholewords": 1, "openToBlank": 0, "scrollToResults": 0, "resultareaclickable": 1, "autocomplete": { "enabled": 1, "googleOnly": 0, "lang": "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "triggeronreturn": 1, "triggerOnFacetChange": 0, "overridewpdefault": 0, "redirectonclick": 0, "redirectClickTo": "results_page", "redirect_on_enter": 0, "redirectEnterTo": "results_page", "redirect_url": "?s={phrase}", "more_redirect_url": "?s={phrase}", "settingsimagepos": "right", "settingsVisible": 0, "hresultanimation": "fadeInUp", "vresultanimation": "fadeInUp", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 300, "iitemsHeight": 300, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "fadeInUp", "analytics": 0, "analyticsString": "", "aapl": { "on_click": 0, "on_magnifier": 0, "on_enter": 0, "on_typing": 0 }, "compact": { "enabled": 0, "width": "100%", "closeOnMagnifier": 1, "closeOnDocument": 0, "position": "static" } }